domenica 30 novembre 2014

ENGEGNERING








                                 
Rigenerazione di un geofono da Foro

Foto 1

Come far rinascere un geofono da foro dichiarato inutilizzabile.

 e molto altro ancora
Foto 1

Come far rinascere un geofono da foro dichiarato inutilizzabile.di un geofono da Foro 

                                                                                                                    
Foto 1

Come far rinascere un geofono da foro dichiarato inutilizzabile.Rigenerazione di un geofono da Foro 

                                                                                                                    
Foto 1

Come far rinascere un geofono da foro dichiarato inutilizzabile.Rigenerazione di un geofono da Foro 

                                                                                                                 
Foto 1
Come far rinascere un geofono da foro dichiarato inutilizzabile.

3) CHE COSA OCCORRE FARE PER MIGLIORARE L'ACQUISIZIONEAZIONE HVSR

CHE COSA OCCORRE FARE PER MIGLIORARE L'ACQUISIZIONEAZIONE HVSR

Per avere i migliori risultati da un sondaggio HVSR occorre che vengano rispettate alcune condizioni, è anche importante che per ogni sondaggio siano archiviati  i seguenti dati utili per poter dare un giudizio sull'affifabilità della prova e la sua localizzazione.
  
LASCHEDA DI VERIFICA DEI TEST dovrà:

1) Località
      stratigrafia e formazioni di riferimento 
      strumento utilizzato tipologia 1, 2, 3 altro con eventuali modifiche
      parametri di acquisizione
      condizioni meteo
      rumore antropico
(2) eventuale planimetria con localizzazione del sondaggio
      allegare immagine jpg del segnale e grafico HVSR
(3) file SAF
(4) altri grafici utili
(5) elaborazione stratigrafica
(6) indagini aggiuntive MASW REMI, rifrazione, altro
(7) note conclusive


SITUAZIONI CHE SI DEVONO EVITARE:

Per fare i test occorre evitare le situazioni sotto elencate altrimenti non si riuscirà a capire se i segnali anomali sono dovuti alla meccanica dell'Hardware o a situazioni ambientali pertanto  si consiglia di evitare le situazioni sotto elencate 

1 -  no in vicinanza dei fiumi e del mare, nel caso in cui si dovessero esserci altre alternative evitare i periodi di piena o mare mosso.

2 - no in presenza di vento attendere le ore del giorno quando si sa che il vento di riduce di intensità

3 - no in vicinanza di fabbriche, eseguire il sondaggio nelle ore o nei giorni in qui la fabbrica è chiusa

4 - no in vicinanza di  alberi ed arbusti specialmente in presenza di vento anche debole

5 - no in vicinanza di  motori, motozappe e trattori anche lontani attendere che siano spenti

6 - no su terreni argillosi screpolati dalla siccità - eliminare la zona superficiale

7 - no in vicinanza di stazioni di pompaggio - anche piccole pompe possono creare problemi, se la pompa funziona alternativamente  allungare i tempi di registrazione per avere 30 minuti di registrazione a motori spenti

8 - no in vicinanza di strade con traffico - eseguire il sondaggio nei momenti meno trafficati, meglio nelle ore notturne aumentando i minuti di registrazione di un 30 - 50 % o più in base al traffico presente

9 - no nelle vicinanze della ferrovia ,  nel caso non fosse possibile eseguire un sondaggio più lungo 

10 - no in vicinanza di di muri sia alla sommità che alla base per non inglobare le frequenze proprie degli stessi e scambiarle per anomalie stratigrafiche 

11 - no su terreni inclinati, occorre spianate il terreno ripulendolo da radici, ciottoli

12 - no su asfalti:  asportare l'asfalto fino ad arrivare al suolo originario

13 - no su strade lastricate; meglio spostare il sondaggio in luogo vicino dove affiora il terreno oppure rimuovere una lastra della pavimentazione

14 - no su battuti di cemento : occorre realizzare un pozzetto per arrivare al terreno originario 

15 - no in vicinanza di radici, se sono erbacee e superficiali toglierle

16 - no in vicinanza  di massi naturali di una certa volumetria potrebbero alterare il grafico hvsr , allontanarsi di parecchio

17 - no in vicinanza di blocchi di calcestruzzo oltre 1 mc di volume magari impilati   

18 - non eseguire sondaggi in aiuole rialzate dal piano di campagna di oltre 20 cm, pena segnali anomali nei primi metri del sondaggio

19 - no all'interno di capannoni e magazzini anche poggianti su terreno, si potrebbero introdurre picchi di risonanza  non dovuti al terreno ma al fabbricato.

20 - no su pendii ripidi i dati misurabili possono dare informazioni sulle frequenze di risonanza del terreno ma non utili ai fini della stratigrafia

sabato 29 novembre 2014

Capitolo 4) Manuale dataloger - Specifiche dei principali trasduttori

Specifiche dei principali trasduttori
I geofoni:

1) trasduttori, nel caso di acquisizione vibrazioni il Geofono oppure l'accelerometro a seconda i casi.

Sono i trasduttori più usati per la misura delle vibrazioni, molti sono i modelli in commercio , si distinguono a seconda della frequenza propria che va da geofoni di 16 - 100 hz per sismica a riflessione, da 8 a 16 hz per sismica a riflessione e riflessione, da 2 - 4,5 hz per sismica a rifrazione profonda  , masw, remi, esac, hvsr, da 1 - 2,5 hz per sismologia.


caratteristiche di un geofono da 4,5 HZ

Prima di acquistare i geofoni occorre pretendere dal venditore le specifiche in modo da apportare prezzo - prestazioni  e che le caratteristiche elettriche siano adatti all'uso che se ne vuol fare.

Principale documento è visionare il grafico sopra riportato che è diverso per ogni modello: 
Nel caso specifico si vede che il tratto tra 20 hz e 100 hz si ha una linearità nella risposta in ampiezza del segnale.

venerdì 28 novembre 2014

Filtri Digitali

Filtri Digitali 
teoria e principio di funzionamento
di Fortunato Giuseppe Caruso

I filtri digitali sono calcolatori numerici che svolgono algoritmi di filtraggio per segnali digitali, ovvero per segnali non continui nel tempo ma basati su campioni prelevati in istanti ben precisi. Questo è l'effetto della conversione Analogico Digitale ADC (Analog to Digital Converter). ..... continua sul sito...

giovedì 27 novembre 2014

TEST 3 - HVSR E MICROTREMORI - Pontedassio ( IM )

test 3: Acquisizione sperimentale HVSR:

questo è uno dei primi test con acquisitore - geofono 3d obsoleto, leggero posizionato in una aiuola in zona molto trafficata con raffiche di vento - quindi sondaggio poco affidabile

Comune: Pontedassio
Località : Via Garibaldi
Note : prova eseguita in una aiuola nei pressi di un edificio e di una strada secondaria


E' la prima prova eseguita per fare il primo test in campagna del prototipo definitivo e per testare il nuovo prototipo del geofono sperimentale, l'eccessiva rumorosità del luogo, il vento, la vicinanza di fabbricati non rende la prova molto attendibile.

Se tra i lettori c'è qualcuno che ha eseguito sondaggi hvsr o altre prove dirette e/o indirette in zona  è gradito uno scambio di informazioni ( dolfrang@libero.it )  


N° canali attivati 3
Asse considerato XYZ
frequenza di campionamento 500 hz

durata acquisizione 15 minuti
segnale utile 2 minuti

frequenza propria geofono 4,5 hz

1) Condizioni meteo : presenza di raffiche di vento
( scala 1: 10 ) =  4

2) Traffico elevato auto e moto

3) Il geofono 3d è stato posizionato in una aiuola nei pressi di un edificio che potrebbe alterare i dati acquisiti,

Attendibilità della prova di scarsa attendibilità per i fattoti del punto 1), 2), 3)

Filtraggio applicato hardware 0,50 - 100 hz circa
Filtraggio software 0,50 - 100 hz

Acquisitore utilizzato: Theremino

Stratigrafia tipo: Coltri rimaneggiate , coltri argillose, alluvioni, calcari marnosi, argilliti ???


elaborazione 1

Come si vede dal grafico dei segnali acquisiti nel tratto iniziale  e finale del sondaggio i disturbi presenti hanno impedito di avere segnali sufficientemente puliti per poter essere utlizzata per il calcolo del tapporto  HVSR riducendo il tatto di segnale utile a son 7 minuti di registrazione di cui solo 2 utili per l'elaborazione, In questi csi occorre prolungare l'acquisizione per tempi più lunghi 30- 45 minuti almeno.

martedì 25 novembre 2014

PROTOTIPO 3 - tromografo sperimentale per HVSR

PROTOTIPO (3) -  GEOFONO 3D 
IN LEGNO, ALLUMINIO E PLEXIGLASS


ATTENZIONE: VISTO CHE LA REALIZZAZIONE IN ALLUMINIO E PLEXIGLASS HA UN CERTO COSTO RIPIEGHEREI NELLA SOLUZIONE CON BLOCCO IN LEGNO, LA DIVERSITA' TRA LE DIVERSE SOLUZIONI  IL PESO O A PARITA' DI PESO L'INGOMBRO E DI CONSEGUENZA UNA MINORE ESPOSIZIONE AL VENTO.  

Il terzo prototipo proposto NON è stato ottimizzato con misure e la forma alla scatola Gevis proposta nei prototipi 1 e 2 .

Ne cubo una volta realizzato saranno inserite le tre capsule geofoniche, i contatti elettrici dei 2 geofoni orizzontali dovranno essere rivolti verso l'interno, i fili elettrici emergeranno dai 2 fatti nelle vicinanza del foro verticale posto nelle vicinanze.

Il Theremino potrà essere posizionato dentro ad una scatola di almeno 6 x 8 x 3 cm da posizionare sopra i buchi del foro verticale e dei 2 fori ci collegamento fili elettrici geofoni orizzontali, le puntazze vanno avvitate sul basamento in alluminio , meglio se di diverse misure a seconda del terreno dove dovranno essere infisse ( lunghe terreno soffice , corte terreno duro.

Seguono alcune visioni prospettiche progetto "3 A"


lunedì 24 novembre 2014

UNIVERSITA' di CAMERINO

UNIVERSITA' di CAMERINO


Camerino Seismic Station

http://www.serg.unicam.it/images/trace.png


============
INGV- ultimi terremoti, lista, mappa
in particolare visitare:





domenica 23 novembre 2014

Capitolo 2) Manuale datalogger - I componenti dell'Hardware

2) I componenti dell'Hardware

il sistema di acquisizione è costituito da :
---------------------------------------------------------------------------------------------

1) trasduttori, nel caso di acquisizione vibrazioni il Geofono oppure l'accelerometro a seconda i casi.

---------------------------------------------------------------------------------------------

2) partitore  e/ o circuito di alimentazione necessario solamente per Arduino uno.

---------------------------------------------------------------------------------------------

3a) l'amplificatore per amplificare il segnale quanto basta per essere elaborati , ci sarà una apposita pagina che prenderà in esame i componenti principali dell'amplificatore  e le tipologie principali.

3b) l'amplificatore per i sistemi che montano ADConverter a 24 bit non serve in quanto l dinamica è sufficientemente ampia per acquisire seganli sufficientemente definiti anche per le prove HVSR ( quelle che nel campo della geofisica hanno bisogno della massima definizione del segnale acquisito.

---------------------------------------------------------------------------------------------

4a) microcontrollore montato su Arduino uno / due con già montata la + ram + porta com + eprom ecc, il programma di acquisizione si potrà caricare ogni volta che occorre aggiornarlo

4b) microcontrollore + ram + porta com + eprom ecc In pratica un mini computer autonomo senza la possibilità di modificare il programma di acquisizione

---------------------------------------------------------------------------------------------

5a) ADConverter  presente nell'Arduino uno - due    a 10 - 12 bit rispettivamente

5b) ADConverter  16- 24 bit esterno collegato all'Arduino uno - due (4a), quest'ultimo ha solo il compito di trasferire i dati acquisiti al PC ( la versione a 16 bit ha bisogno di un ulteriore amplificatore da 100 x)

5c) ADConverter  16- 24 bit esterno  collegato ad un sistema autonomo  tipo (4b) per cui non è più necessario l'uso di un acquisitore arduino, ( la versione a 16 bit ha bisogno di un ulteriore amplificatore da 100 x)

---------------------------------------------------------------------------------------------

6) Il pc per ricevere , archiviare, visualizzare ed elaborare i dati acquisiti

---------------------------------------------------------------------------------------------

venerdì 21 novembre 2014

Il sito di Mauro Alfieri




troverete molte applicazioni realizzate con Arduino, sito molto utile per avere una panoramica di quello che si può fare con arduino
Interessi
In questa pagina ho dedicato qualche riga a raccontare per ciascuna passione che cosa mi ha coinvolto e cosa rende ognuna di esse protagonista nella mia vita.

Informatica
E’ stata la naturale evoluzione della passione per l’elettronica, l’applicazione teorica, la possibilità di ottenere dalla conoscenza un prodotto.

Col tempo e la diffusione degli strumenti informatici nella vita di tutti i giorni, negli uffici e nella comunicazione globale con Internet è diventata anche il mio lavoro.


Elettronica

La curiosità di capire che cosa avviene quando un impulso elettrico attraversa un componente o un cavo, e come questo procuri a quell’oggetto una reazione è ciò che mi ha appassionato dell’elettonica.

Partito con i primi circuiti in kit come la pallina natalizia illumino/sonora, man mano addentrandomi in progetti sempre più complessi, ho potuto affiancarvi le altre passioni (informatica e bricolage) per realizzare piccoli giochi, utilità e le altre meraviglie che troverete sottoforma di tutorial in questo sito …


mercoledì 19 novembre 2014

Vibrazione - teoria



al seguente link troverete momte notizie utili per il masw, sismica a rifrazione e riflessione, pagina molto interessante

Indice 

1 Tipi di vibrazioni
2 Analisi delle vibrazioni
2.1 Vibrazioni libere non smorzate
2.1.1 Che cosa induce il sistema a vibrare senza l'azione di forze?
2.2 Vibrazioni libere smorzate
2.3 Vibrazione forzata con smorzamento
2.3.1 Che cosa causa la risonanza?
2.3.2 Applicando forze “complesse” al modello Massa-Molla-Smorzatore
2.3.3 Modello di risposta di frequenza
2.4 Il battimento
3 Vibrazioni sotto vari punti di vista
3.1 Vibrazioni Strumentali (strumenti musicali)
3.2 Vibrazione di un motore
3.3 Vibrazione da vibratore
4 Effetti sulla salute
5 Note
6 Bibliografia
7 Altre risorse
8 Voci correlate
9 Collegamenti esterni
10 Altri progetti

domenica 16 novembre 2014

Capitolo 1) Manuale datalogger - Introduzione

1) INTRODUZIONE

Questa e altre pagine che seguono sono ormai obsolete ma in qualche modo utili per chi vuole conoscere le principali problematiche che occorre affrontare per acquisizioni dati a scopo geologico, geofisico e sismologico.

Ultimamente il progetto è stato riconvertito con l'utilizzo di un altro microcontrollore / adconverter più performante per questi usi.

In questo manuale saranno raccolte una serie di notizie utili per chi si vuole accingere a progettare e realizzare un datalogger, verranno evidenziate le principali problematiche incontrate nei primi prototipi sperimentali fin qui realizzati nel campo di misure di microtremori ove è necessario realizzare sistemi con le massime prestazioni ( nel campo della geologia , geofisica e sismologia).

Si fa presente che lo strumento non è stato fatto per fini professionali ma solo a fini di studio per studenti di geologia o di ingegneria civile che vogliono fare le prime sperimentazioni su metodologie HVSR per la determinazione della frequenza di risonanza dei fabbricati e ricerche stratigrafiche locali a SOLO FINI DI STUDIO.

ALEXSTRREKEISEN - LA VETRINA DEI VETRINI

La mia passione per la petrografia ottica mi ha spinto a creare questo sito, con la voglia di mettere a disposizione di tutti uno strumento che potesse facilitare il riconoscimento e l’identificazione delle fasi mineralogiche in sezione sottile.

Questo sito è rivolto soprattutto agli studenti universitari che devono affrontare gli esami di petrografia, come strumento di supporto alla didattica. Le informazioni a corredo delle foto sono tratte da vari testi universitari citati di volta in volta nelle pagine e da conoscenze personali acquisite durante i miei anni di studio. 

Alexstrekeisen.it è diventato in poco tempo il più grande portale italiano di petrografia ottica, grazie all’abbondanza di foto in alta risoluzione e descrizioni dettagliate di sezioni sottili di rocce, nonché grazie ad un frequente ed accurato aggiornamento e ad una costante revisione.

martedì 11 novembre 2014

TEST 1 - HVSR E MICROTREMORI - Fabbricato

Sperimentazioni  
con acquisitore 3 assi su terreni  e  fabbricati
Parte 1°

Si vuole in queste pagine condividere alcuni test, acquisizioni, hvsr ed esperienze di acquisizione fatte in sito e sui fabbricati ed eventualmente sull'uso dei software di elaborazione free.

Tutti potranno inserire post e commenti a fondo pagina o inviare email che verranno pubblicate se riguardano gli argomenti trattati...

-----------------------------------------------------------------------

Per iniziare  inserirò alcune acquisizioni fatte su edificio e sul terremo con geofono verticale  da 14 hz, seguiranno le stesse prove eseguite con geofono ad un solo canale  verticale a 4,5 hz per vedere le differenze di comportamento delle due tipologie di sensori.

Alcune prove saranno fatte anche con acquisitore accelerometrico non amplificato.

test 1: caso fabbricato geofono da 14 hz

N° canali attivati 1
Asse considerato verticale
frequenza di campionamento  500 hz
durata acquisizione 10 minuti
frequenza propria geofono 14 hz
prova eseguita su fabbricato
Piano 2+ interrato di 5 piani
struttura in CA
Filtraggio applicato hardware  0,50 -  100 hz circa
Filtraggio software 0,50 - 100 hz
Acquisitore utilizzato: Theremino


figura 1) il grafico visualizza la traccia del sismogramma acquisito per una durata di 10 minuti, si possono osservare variazioni di ampiezza del segnale dovute ad a rumori antropici  e vibrazioni strutturali, al centro dell'immagine anche la vibrazione provocata dalla caduta di un grave sul pavimento  al piano sovrastante ove è stato ubicato l'acquisitore  rumore udito chiaramente e visualizzato in tempo reale sul pc.


Figura 2) Analisi di spettro di tutto il segnale acquisito, ogni traccia colorata rappresenta lo spettro  di un segnale temporale di 10 secondi, la variabilità del dato  è dovuta alle variazioni strutturali dell'edificio comprensive  dell'azione antropica  ( lavatrici - elettrodomestici, ascensori, movimento delle persone, chiusura di porte e portoncini, aperture di finestre oltre all'azione del vento sul fabbricato. 

Come si può vedere in figura  con i geofoni da 14 hz utilizzati per questa prova si ha una perdita in ampiezza di segnale procedendo verso i le frequenze più basse  azzerandosi a 5-6 hz, utilizzando geofoni da 4,5 hz tale limite  si sposta ulteriormente verso le basse frequenze attorno a 1 - 1.5 hz. 

sabato 8 novembre 2014

ACQUISITORE DATI - PIC - THEREMINO



Il modulo “Master” si collega a una porta USB (usb1, usb2 o usb3), fornisce sei Pin Generici di InOut e fornisce una linea di trasmissione seriale verso i moduli Slave.
Il connettore “USB” può essere collegato a una o due prese USB per prelevare una corrente di 500mA o di 1A.

Il connettore “Serial Line” normalmente viene collegato alla linea seriale che va ai moduli slaves con 3 fili (GND/+5V/Dati). Si usa anche il quarto polo (Dir) solo quando si collega il dispositivo “Master_ISO”, che isola otticamente la linea di trasmissione.

E’ anche possibile connettere più di un Master con prese USB e linee di trasmissione separate in modo da aumentare le possibilità di connessione. Si può, ad esempio, usare una linea di comunicazione ad alta velocità per i dispositivi che richiedono un rinfresco rapido ed una seconda linea di comunicazione, più lenta, per tutti gli altri.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI CLICCARE QUI

 A DIFFERENZA DI ARDUINO è SUFFICIENTE :

- CARICARE IL FILE DELL'APPLICAZIONE SUL PC
- COLLEGARE L'ACQUISITORE AL PC
- COLLEGARE I TRASDUTTORI
- IL SISTEMA E PRONTO PER ACQUISIRE.....

venerdì 7 novembre 2014

i SENSORI



A questo link sono elencati una serie di sensori che si possono collegare all'acquisitore theremino per eseguire molte tipologie di prove e facilmente adattabili ad indagini di tipo geologico - geofisico, sismologico e geotecnico.

Per facilitare la dicerca degli argomenti su tale argomento nel sito si legge :
Sensors 

Tutti i sensori: Sensori di distanza, Tastiere capacitive, Sensori di prossimità, Sensori di luce, Potenziometri, Resistori variabili, Sensori di liquido, di umidità, di PH e ORP, Accelerometri, Sensori di campo magnetico, di “soffio” e di pressione, di radiazioni ionizzanti, di corrente alternata, di tensione e corrente, di resistenza e capacità, di temperatura, di colore e adattatori.

giovedì 6 novembre 2014

SHIELD per ARDUINO UNO - Acquisitore sperimentale 10 bit

Shield per Arduino UNO
Acquisitore sperimentale 10 bit

La shield realizzata dall'Amico G. Paletta si collega con gli appositi connettori sull'Arduino permettendo di amplificare con gain 1000 - 2000 il segnale proveniente dai geofoni da 4,5 hz ed acquisire e registrare i microtremori prodotti dal terreno o le vibrazioni di un fabbricato tramite l'adconverter implementato nell'Arduino.

Abbinato a geofoni da 2- 2,5 hz si otterrebbero risultati ottimi permettendo di avere grafici HVSR attendibili fino a 0,5 hz.

In pratica un il migliore tromografo speimentale fin qui realizzato tra quelli speimentati sufficientemente sensibile e preciso, buoni i risultati ottenuti bassissimo il rumore.

L'ideale realizzare lo stesso  amplificatore ma di tipo duale, in tal caso l'amplificazione si potrebbe aumentare   intorno a valori di 5000 - 6000  che permetterebbe di avere risultati ancora più definiti  al di sotto della frequenza di un hz.

oppure cosa più semplice e banale 

per aumentarne le prestazioni consiglio di aggiungere un secondo amplificatore non invertente con gain 10 - 20 che aggiunto al gain 1000 dello schiel porterebbe il gai totale ad un fattore di 10000 x - 20000 x sicuramente molto più performante e a basso rumore hardware.


FIGURA 1 - L,immagine ritrae la shield  sovrapposta all'Arduino Uno ( acquisitore ), sotto il contenitore delle tre capsule geofoniche da 4,5 hz  ricavato da un blocco di alluminio tornito per ricavare i tre alloggiamenti ortogonali fra di loro.


PROTOTIPO 1 - tromografo sperimentale per HVSR

SCHEMA PROTOTIPO GEOFONO 3D
collegabile direttamete alla porta USB del PC

PROTOTIPO 1°


Verranno proposti tre e più prototipi di geofoni 3D USB autocostruibili con relativa scheda di acquisizione (WWW.Theremino.it) per eseguire misure di vibrazione utilizzando Nà 3 geofoni da 4,5 Hz di cui 1 verticale e 2 orizzontali.

Il prototipo 1) tra quelli proposti sembra il più semplice da realizzare ma è quello più difficile da mettere a punto e in tutti i casi non permetterà di avere risultati altamente performanti come per i prototipi che verranno ripubblicati in seguito.

Le cause;
1) leggerezza del sistema
2) i geofoni sono posizionati su basetta di legno che è a sua volta è fissata alla piastra metallica alla quale sono avvitati i tre punzoni piantati nel terreno.
3) La difficoltà è quella di rendere solidali i geofoni alla struttura e ai punzoni - terreno a causa di una difficile messa a punto del sistema. 



Il sistema di acquisizione visto dall'alto:
Il disegno è riferito alla scatola Gevis 100 x 100 x 50 meno alta e quindi l'azione del vento è minore ma non upgradabile nello prototipo 2 e 3. essendo meno alta , il compensato posto sul fondo non può superare i 0,5 1 cm di spessore
oppure
100 x 100 x 80 circa  che all'occorrenza si può upgradare al prototipo 2 e 3, essendo più alta il compensato posto sul fondo può essere più spesso di 1 a 3 cm , più rigido di quello da 0,5 mm.
 si possono usare anche altre scatole magari in alluminio resistente, in tal caso andare su misure tra 10x10 - 15 x 15 meglio se quadrate

1) in grigio piastra in ferro 12 x 12 spessore 0,5 - 1 cm con 4 buchi , 3 per gli spikes che si possono acquistare assieme ai geofoni oppure tre semplici bulloni magari di lunghezza varia da sostituite in base al terreno fresati in punta. 
1 bullone + rondella da fissare al centro della piastra e centro della scatola di diametro tra 8.10 mm

2) in tinta avorio la scatola ne esistono di 2 altezze da fissare alla piastra con bullone centrale.

3) compensato di cm 9,5 x 9,5 sagomato sugli angoli con rientranze di 1 cm, di spessore 0,5 cm di spessore se si usa la scatola Geviss cm H = 5 cm ( meglio se fosse in alluminio spessore >= 2 mm

Da 2 - 2,5 cm di spessore se si usa la scatola più alta da 7 cm. di spessore da 2 a 20 mm di spessore.
I 2 geofoni ortogonali vanno fissati al compensato con fascette meglio se di alluminio o plastica, vanno bene anche quelle di ferro.

mercoledì 5 novembre 2014

IL BLOG DI Geologia Geofisica e Sismologia





S'invitano a partecipare a questo blog tutti coloro che vogliono avere chiarimenti tecnici su Theremino applicato alla geologia - Geofisica



Post più popolari ultimi 7 giorni

Post più popolari Ultimi 30 giorni

Post più popolari da sempre

CERCATE l'argomento che vi interessa qui...... Elenco completo

.sismologia (1) accelerazione (1) accelerometri (3) acquisitor (1) acquisitore 24 bit (1) acquisitore dati 24 bit (1) acquisitore sismico (1) acquisitori (23) acquisizione (26) ACQUISIZIONE DATI (1) acustica (1) adc 24 bit (2) adconverter (6) aerei (1) Algoritmi genetici (2) allarme terremoti (3) ambiente (1) amperometro (1) amplificatori (9) analisi di spettro (8) analisi sismica (2) analizzatore audio (1) Analizzatore di spettro (2) Android e Mac OSX (1) Annunci (2) archeologia (3) arduino (12) arduino programmi (2) ASCONVERTER (1) astronomia (3) atterberg (1) Auto Correlation (1) barometro (1) battimento (1) bibliografia (4) biometria (1) c# (2) cad (5) calcolo strutturale (1) Calibrazione sismografi (1) carsismo (1) carte geologiche (1) cartografia (15) catalogo terremoti (4) cavi (1) cedimenti (1) cerca metalli (2) certificazioni energetiche (1) chimica (2) circuiti stampati (1) Clara Rockmore (1) Cobian (1) Coherence physics (1) collaudi (1) collezioni (7) comunita di geologia (1) contatore Geiger (2) Continuous Wavelet Transform (1) controlli edifici (1) conversione seg2 (1) correlazione (2) corsi (1) covarianza (1) cristallografia (2) Cross Correlation (3) datalogger (8) datalogger 24 bit (1) dataloggerthereminoStore (1) DOLFRANG (1) dolquahe (1) dolquake (2) domotica (1) dos (1) down hole (2) drum (2) earth quake (2) Earthquake captures (1) ECG (1) elettromagnetismo (2) elettronica (45) emergizzatore SEV (1) encnder (1) energizzatore (1) epicentri (12) Epicentro calcolo (1) equalizzazione (2) esac (10) etna (1) faglie (2) fessurimetri (1) fft (16) filtri (3) filtri digitali (3) filtri hardware (2) filtri software (2) fisica (1) fk (1) flessurimetri (1) fluidificazione (1) fluorescenza (1) fondazioni (4) fonometri (3) fonometria (2) fossili (16) Fotocamera infrared (1) fourier (17) frane (2) freatrimetri (1) frequenza di risonanza (1) ftan (2) geochimica (1) geoelettrica (14) geofisica (12) GEOFLUID 2014 PIACENZA (1) geofoni (20) geofoni 3d (11) geofono 3D USB (5) geologia (15) geomorfologia (1) georadar (6) geotecnica (12) geotermia (1) gis (5) glaciologia (1) gps (3) grafica (1) grafici3d (1) gratis (62) grm (2) hel dolquake (1) help online (1) hvsr (42) hvsr sperimentazioni (25) idraulica (3) idrogeologia (5) ifft (5) IGM (1) impedenza (1) impianti (1) informatica (1) ingegneria (3) ingegneria sismica (4) interdol (1) inversione (1) Java (1) leggi (1) libri (8) libro (1) linux (1) Linux (1) liquefazione (4) litologia (1) LL.PP (1) luna (1) magnetismo (1) magnetometri (11) magnetometria (7) magnitudo (1) manuale (1) Manuale acquisitore (5) manuale datalogger (10) manuale dinver (8) MANUALE DOLQUAKE (7) manuale geopsy (12) manuale sismografo (1) manuale sismologia (2) manuale tromografo (23) manuali (6) manuali sismogrago (1) mappe (3) MASR (1) masw (24) maswr (4) matcad (1) matematica (3) matlab (1) matrici (1) Meccanica (1) mercalli (1) metal detector (1) meteo (8) microcontrollore (1) microcontrollori (3) micropali (1) microtremori (27) microzonazione (2) microzonazione 2° livello (1) microzonazione 3° livello (1) minerali (11) mineralogia (15) misure di vibrazione (2) misure di vibrazzioni (1) module elastici (1) moduli elastici (2) monitoraggio (4) moto ondoso (1) multimedia (1) muri (2) musei (5) museo (1) musica (1) NAKAMURA (1) NASA (1) negozi (3) ntc 2008 (3) ntc2008 (23) oceanografia (3) onde sismiche (3) ordini regionali (9) ortofotocarte (1) oscilloscopi (3) Overcoring (1) paleontologia (18) pali (4) pancometri (1) Paratie (1) Partitore (1) pdf (10) penetrometri (1) pericolosità sismica (5) permeabilità (1) petrografia (2) Phase correlation (1) Phase speed (1) Phase) (1) pianeti (1) placche faglie (1) plinti (1) Portale di geologia (1) portali (1) portanza fondazioni (1) potenza (1) produttori di georesistimetri (3) produttori di geofoni (14) produttori di magnetometri (6) produttori di simografi (2) produttori di sismografi (14) produttori di tromograf (1) produttori di tromografi (13) Programma (1) programma DEPSOIL V5.1 (1) Programma EERA (1) programma ESAC (1) programma NERA (1) programma rexel (1) Programma Seisan (1) programma SSAP 2012 (1) Programma strata (1) programmazione (7) programmi (43) programmi di geofisica (18) programmi di geologia (33) programmi di sismologia (3) programmi geotecnica (1) programmi GIS (1) programmi ingegneria (1) programmi utili (9) protezione civile (1) proto 0 (1) protoripo 8 (1) PROTOTIPI (13) prototipo 1 (1) prototipo 2 (1) prototipo 3 (1) prototipo 5 (2) PROTOTIPO 6 (1) prototipo 7 (1) prototipo 8 (2) prototipo 9 (4) prova di carico (1) prova di permeabilità (1) prova di portata (1) prove di carico (1) prove in foro (1) prove inclinometriche (1) Python (2) RA (1) radar (2) radioamatori (2) radioattività (4) Radom (2) Raspberry Pi (1) remi (19) rete (1) rete sismica (9) rete sismica theremino (3) reti sismiche (1) richter (1) riflessione (1) rilevamento (1) rischio sismico (6) risonanza terremoti (1) robotica (1) rocce (1) RSL (1) rsl3 (1) scheda sonora (4) scissometri (1) sclerometri (1) SDR (1) sedimentologia (1) seg2 (1) segy (1) sensore radom (1) sensori (25) sensori accelerometrici (8) sensori cardiaci. THEREMINO (1) sensori di umidità (2) sensori di carico (1) sensori di cedimento (1) sensori di inclinazione (1) sensori di livello (1) sensori di portata (1) sensori di pressione (3) sensori di prossimità (1) sensori di spostamento (2) sensori di temperatura (5) sensori di umidità (1) sensori di velocità (1) sensori di vibrazione (1) sensori estensimetri (1) sensori fessurimetrici (2) sensori geiger (2) sensorI magnetometricI (1) sensori meteo (2) sensori piezoelettrici (1) sensori potenziometrici (4) sensori radom (1) sensori velocimetri (2) sensori velocimetrici (9) sensori;sensore fulmini (1) senzori (1) sev (11) sev theremino (1) sevmeteo (1) sezionisottili (1) sicurezza (2) simologia (1) sismica (24) sismica a riflessione (1) sismica a riflessione (16) sismica a rifrazione (24) sismicità (1) sismo (1) sismografi (35) sismografo (15) SISMOGRAFO 24 BIT (2) sismografo sperimentale (5) SISMOGRAFO THEREMINO (8) sismologia (67) sismologia acquisitori (14) sismometro (1) siti (1) smorzamento (1) software (1) sole (1) sonda Winsor (1) spazio (1) spectrometro (1) speleologia (1) sperimentazioni (1) spettri di risposta (8) spettri elastici (4) spettrogramma (1) spiker's (1) spostamento (1) stabilità versanti (5) stati limite (1) statistica (2) stazione meteo (1) stazione sismica (10) stazione sismica theremino (1) stazione sismica theremino dolfrang (2) strumentazioni (20) strutturale (2) tavola vibrante (2) Teremino (3) termocamere (1) terra (1) terremoti (31) terremoti in tempo reale (3) terremoti online (27) terremoto bologna (1) terremoto di amatrice (1) terremoto di progetto (5) terremoto perugia (1) terremoto rieti (1) terrenoti (1) test hvsr 02 (2) test hvsr 03 (1) test hvsr 04 (1) test hvsr 05 (1) test hvsr 07 (1) test hvsr 08 (1) test hvsr 09 (1) test hvsr 10 (1) test hvsr 12 (1) test hvsr 13 (1) test hvsr 14 (1) test hvsr 15 (1) test hvsr 16 (1) test hvsr 17 (1) test hvsr 18 (2) test hvsr 20 (1) test hvsr 21 (1) tettonica (3) theremin (1) Theremino (62) thereminoStore (7) Time Frequency (1) tiranti (1) tomografia (2) tomografia elettrica (9) tomografia magnetica (1) tomografia sismica (7) trasduttori (1) tromografi (13) tromografo (3) TROMOGRAFO 24 BIT (9) tromografo sperimentale (17) TROMOGRAFO THEREMINO (1) utilità (1) varianza (1) velocità (1) velocità di fase (1) verifica sismica edifici (1) vibrazioni (5) video (7) visitatori (1) visualstudio (1) vlf (1) Volmetro (1) vs (1) vs30 (6) vulcani (2) vulcanologia (1) Wave (1) zonazione sismica (38)

Google+ Badge

ultimi 30 gg